Sappiamo che nel mercato immobiliare attuale,la classe energetica di un edificio ha acquisito una notevole importanza,sia perchè è obbligatorio indicarla in qualunque compravendita o locazione,sia perchè rappresenta una garanzia di qualità,più o meno elevata,dell’immobile stesso.

Ma da cosa dipende una migliore o peggiore classificazione di un’abitazione?Per quanto questo concetto non sia familiare a tutti,in verità è molto semplice:una casa si classifica in base al consumo di combustibile necessario in un anno per riscaldare un metro quadro di abitazione.Più i consumi sono bassi e tendono allo zero,migliore sarà la classe energetica.

Per raggiungere quindi la classe A+ è necessario conoscere ed applicare nelle costruzioni alcuni concetti propri della bio-edilizia.In sostanza,per raggiungere tale classe energetica bisogna scendere sotto i 10 KWh/mq annui di consumo.Tendendo i consumi allo zero,ci avviciniamo ad una casa completamente passiva,dove l’energia risparmiata grazie ad un buon isolamento permette di avvalersi in maniera ridotta degli impianti di riscaldamento e raffrescamento.Quindi,a fronte di un evidente risparmio economico sulle bollette energetiche,una casa in classe A+ regala ulteriori vantaggi e benefici a chi le abita.

l’esempio delle sunshine villas a terni

Nella nostra attuale proposta immobiliare,la realizzazione di sei ville unifamiliari a Terni,denominate Sunshine Villas,gli accorgimenti adottati per garantire massimo comfort e risparmi ai fruitori sono molteplici.

L’impianto di riscaldamento e raffrescamento è di tipo a pavimento,abbinato a deumidificatori a scomparsa per mantenere l’umidità relativa all’interno delle abitazioni costante,garantendo salubrità agli spazi,evitando muffe,polveri e sbalzi termici.L’energia con cui alimentare la casa sarà per lo più naturale,usufruendo dell’energia solare,grazie ad un notevole apporto dell’impianto fotovoltaico.E’ previsto inoltre il recupero dell’acqua piovana,in modo da evitare inutili sprechi di risorse naturali a noi tanto care.

Questi impianti saranno resi ancor più funzionali dall’utilizzo della domotica,il cui uso apporta notevoli vantaggi sia al comfort,sia alla sicurezza,sia al controllo dei consumi della casa.E’ previsto,ad esempio,il controllo sui carichi degli elettrodomestici,avendo quindi la possibilità di dare priorità all’utilizzo di alcuni rispetto ad altri,evitando inutili sovraccarichi.Il controllo climatico della casa può anche essere effettuato da remoto,così come la gestione delle luci.Anche lontani dalla propria abitazione ci si può dunque assicurare che tutto funzioni bene,evitando sprechi e malfunzionamenti.

un acquisto vantaggioso

Da quanto sopra spiegato risulta quindi evidente che acquistare un’abitazione in classe energetica A+ è un vantaggio per molteplici motivi.

Non si tratta di un vezzo da ecologisti,bensì di un favore che facciamo alla nostra salute,alle nostre tasche ed alle generazioni future.

Concretamente,un’abitazione in classe energetica G o F (il 90% circa degli immobili presenti sul mercato in Italia) arriva a consumare fino a 25 € di combustibile al metro quadro,una casa identica per dimensioni ma in classe A+  consuma,sempre al metro quadro,solamente 3 €.Se ragioniamo su un immobile di 100 mq,in classe G,serviranno circa 2500 € di spesa annua per il combustibile,in classe A+ basteranno invece circa 300 €.Un bel risparmio!

Un ulteriore vantaggio è rappresentato dal maggior valore dell’ investimento di chi compra una casa in classe A+.La differenza del prezzo al metro quadro tra una classe G ed una A+ sul mercato immobiliare è stimata attorno ai 450 €.Quindi,a parità di grandezza,una casa efficiente e poco dispendiosa,nel tempo varrà sempre di più rispetto ad una meno efficiente e prestazionale.

Al di là dell’aspetto meramente economico,è da considerarsi fondamentale il benessere ed il comfort raggiunto da chi vive in una abitazione che non ha spifferi,condense,sbalzi di temperatura,umidità,avendo allo stesso tempo la consapevolezza di non sprecare le risorse naturali del nostro pianeta.